PIO E AMADEO SALVANO SANREMO Il duo comico salva la seconda serata vista da soli 9 milioni di spettatori

2

La seconda serata del Festival di Sanremo 2019 non ha convinto il pubblico e conferma il suo trend negativo rispetto alla prima puntata sia sulla concentrazione share e sia sugli spettatori netti, che sono in calo: si passa dai 10 milioni netti della prima serata ai 9 della seconda, circa 500mila spettatori in meno rispetto alla seconda puntata di un anno fa. Nel dettaglio, la parte iniziale “Sanremo Start” (dalle 20.50 alle 21.23) ha realizzato 10.805.000 spettatori con il 38.79%, la serata dalle 21.26 all’1.04 ha realizzato 9.144.000 spettatori per il 47.3% di share. Un anno fa, la seconda puntata del Festival di Sanremo riuscì a realizzare 9.687.000 spettatori netti per il 47.7% di share. Non c’erano ascolti così bassi per la seconda puntata dal 2012, l’anno in cui a condurre il Festival fu Gianni Morandi per la seconda edizione con Rocco Papaleo e Ivana Mrazova. Ma come è andata questa seconda serata? Analizziamo insieme i momenti a mio parere più incisivi.


Partiamo dall’esibizione di Marco Mengoni e Tom Walker accolti da uno straordinario applauso tanto che lo stesso Mengoni ha commentato: “Ora basta altrimenti mi commuovo”. I due artisti hanno intonato il brano ‘Hola (I say)’. Dopo ha cantato uno dei suoi più grandi successi, ‘L’essenziale’ e infine ha duettato con Claudio Baglioni nel brano ‘Emozioni’.


Poi è toccata all’energica Michelle Hunziker riscaldare il palco dell’Ariston e dare una scossa a questo Festival. La conduttrice si è collegata telefonicamente con Claudio Bisio fingendo di avere l’influenza. Il comico ha provato a rendere la cosa credibile: “Era già successo con Laura Pausini e purtroppo anche Michelle Hunziker non ce la farà a stare con noi. Spero si riprenda prima di sabato”. Poi, però, la showgirl è entrata in studio e con Claudio Bisio ha messo in scena uno spumeggiante duetto sulla canzone di Elio e le storie tese ‘La lega dell’amore’. Inutile dire che in molti hanno rimpianto la sua presenza e conduzione del Festival.


Spazio anche per l’altra co-conduttrice Virginia Raffaele, con addosso un imponente abito rosso fuoco, entrata in studio per intonare un brano tratto dalla Carmen di Georges Bizet. Interpretando il ruolo di una cantante lirica impacciata, dopo aver perso di vista il testo, ha improvvisato proferendo parole in francese a caso. Quindi ha terminato l’esibizione facendo a meno delle parole e mettendosi a fischiettare. Lo sketch ha riscosso un totale gradimento da parte del pubblico presente ed emerge forse maggiormente il suo ruolo, quello magari di essere invitata come ospite e non come parte della conduzione.


Ma il Festival di Sanremo è principalmente il festival della musica, quindi tutti in piedi per la presenza dell’IMMENSO Riccardo Cocciante e gli artisti del musical ‘Notre Dame de Paris’ che cantano la canzone ‘Bella’. Poi, il cantante si è messo al pianoforte e insieme al collega e amico Claudio Baglioni ha emozionato il pubblico con uno dei suoi più grandi successi, ‘Margherita’.


Applausi e commozione sul palco e nel pubblico quando viene assegnato il premio Pino Daniele a Cristina e Sara, figlie del cantautore napoletano scomparso nel 2015.


Ma i veri protagonisti, e questo forse dice tutto su questa seconda serata di kermesse sanremese, sono il duo comico Pio e Amedeo che irrompono letteralmente sul palco e travolgono il pubblico dell’Ariston con le loro gag e la loro simpatia. I due pugliesi iniziano subito col botto: “Claudio, Questo piccolo grande amore ha rutt u cazz!”. “Sono passati 47 anni, stava la lira. La gente si eccitava ancora sul Postalmarket, la ragazza con la maglietta fina ora tiene la panciera. I migranti eravamo noi a sud di Milano” hanno aggiunto, tra le risate generali dei presenti. Non poteva mancare l’elogio della loro filosofia di vita dello scrocco: “Io non ho mai pagato il canone e ai dirigenti della Rai lo posso dire. A casa mia non paghiamo nessun tipo di tasse, teniamo la targa con su scritto ‘Evasori dal 1954′. Ci teniamo”. Si continua con la richiesta di una conduzione insieme a Baglioni per l’edizione 2020: “Baglioni tris anche l’anno prossimo. Qua ti vogliono boicottare, vogliono la tua fine. Hai visto l’immortale che è tornato… Pippo Baudo. Si sta rimettendo in carreggiata, stava in camerino con Vessicchio e dicevano Ce arripigliamme tutt chell che è o nuost”. Non poteva mancare il tema politico ed i suggerimenti di Pio e Amedeo per non farsi mettere da parte: “C’è una strategia per rimanere. Devi leccare il culo a tutti quanti. Devi essere servile, in Italia funziona così. Noi mandiamo un cestino a tutti quanti, anche ai Savoia glielo mandiamo per non sbagliare. La politica è come la mutua, tutto torna. Anche il Cavaliere, hai visto che ha detto? Che adesso ci proverà con le nord europee… Anche perché quando ci ha provato con le nord africane è stato un casino”. Non potevano sottrarsi al riferimento tra le polemiche a distanza tra Claudio Baglioni e Matteo Salvini affrontato dal duo comico con una innocente e raffinata ironia, che ha impedito qualsiasi tipo di approccio troppo serioso e di parte: “Nel tour con Morandi ti chiamavi Capitano. Negli spot Rai del Festival ti sei messo la divisa. Abbiamo capito che gioco stai facendo, tu strizzi l’occhio. Che poi ‘lui’ non è manco rancoroso, è fatto così, ti dice peste e corna ma poi tra due o tre anni ti ama, ti vuole bene. Con noi meridionali ha fatto la stessa cosa”. Standing ovation nel teatro Ariston, dove il pubblico ha iniziato a ridere di gusto e a fomentare la satira politica che ormai aveva preso il sopravvento. “Noi vogliamo fare il Festival della canzone italiana e spingere i nostri artisti” ha dichiarato Baglioni in risposta al rifiuto di chiamare artisti stranieri. Assist perfetto per Pio e Amedeo che hanno colto la palla al balzo e gli hanno risposto: “Quindi no agli stranieri? Quindi stai dicendo Prima gli italiani? Dilla di fila che Sanremo l’anno prossimo lo facciamo al 100%”. Lo sketch si è concluso con la lettura di alcuni versi della canzone ‘Uomini persi’ di Claudio Baglioni per invitare a ristabilire un clima di uguaglianza.


Non si è fatta attendere la risposta di Matteo Salvini che nel frattempo twittava una foto che lo ritraeva intento a guardare il momento in questione in tv, accompagnando il tutto con un laconico “Evviva #Sanremo…😉 Visto che parlano sempre di me, mi potevano almeno invitare per una cantatina!”. Comunque i veri protagonisti di questa seconda serata sono stati i due comici pugliesi promossi a pieni voti. E voi miei cari amici cosa ne pensate di questo Festival? Fatecelo sapere lasciando un commento.

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here