About me

“Se pensate che l’avventura sia pericolosa, provate la routine…”

Cesare Deserto 2 years old

Questa frase di Paulo Coelho mi ha accompagnato per tutta la mia vita. La cosa che mi ha sempre spaventato fin da giovanissimo era la routine. Il vivere ogni giorno della mia vita in maniera uguale. Fare le stesse cose, vedere le stesse persone, camminare negli stessi luoghi, svolgere la stessa mansione. Mi guardavo intorno ed era questo quello che vedevo. Già all’età di 15 anni sapevo che la mia vita sarebbe stata diversa. Il sogno dei miei coetanei era di trovare un lavoro “fisso” (a tempo indeterminato), di comprare casa non troppo distante da mamma e papà prendendo un mutuo di 30 anni, e di creare una famiglia. Il mio di sogno era di scappare quanto prima possibile da casa e dalla mia amata Napoli, non perché non mi trovassi bene, ci mancherebbe, ma perché quel modo di vivere mi stava stretto, la mia casa era il mondo e c’erano ancora tantissime stanze da esplorare. Compiuti 18 anni ho rispettato le mie promesse. Ricordo ancora le lacrime di mia Mamma (come ogni Mamma del Sud Italia) nel vedermi partire e salire su quel treno. Non mi sono mai voltato indietro, non ho mai avuto rimpianti, non ho mai smesso di vivere…
Mi chiamo Cesare Deserto, sono un Reporter, Speaker radiofonico e DJ. Il mio obiettivo è sempre stato quello di dare a tutti la possibilità di esprimere LIBERAMENTE il proprio pensiero, senza alcun tipo di taglio o censura. E’ questo che ho sempre cercato di fare in tutte le mie rubriche radiofoniche ed interviste. E’ questo che farò SEMPRE. La mia libertà ed il mio modo di essere non sono in vendita, non hanno prezzo e mi farò sempre portavoce di chi è vittima di soprusi, ingiustizie e non ha la possibilità di esprimere cosa sente dentro. Questo è il motivo per cui è nata la mia rubrica Una Gabbia di Matti e visto l’entusiasmo ed il crescente seguito, ho deciso di implementarla creando un mio blog. Una Gabbia di Matti si fonde con ItalianMadHouse. Vi invito a seguirmi sulla mia pagina Facebook ad iscrivervi sul mio canale YouTube ed a seguirmi sul mio profilo Instagram . A voi non costa nulla, ma per me vuol dire davvero molto. Ora che l’introduzione è finita, vi do alcune info sulla mia vita…


Biografia
Sono nato a Napoli nel 1985. Mio Padre era Operaio e mia Madre casalinga. Una famiglia umile ed unita che non mi ha mai fatto mancare nulla. Mi sono diplomato al Liceo Socio Psico Pedagogico e nel 2013, dopo che già avevo una posizione lavorativa affermata, per una soddisfazione personale e “familiare” (per chi è del Sud avere un figlio laureato è un qualcosa che non ha prezzo) ho conseguito la laurea in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali. Dopo essermi diplomato, a differenza dei miei coetanei ho scelto di inseguire i miei sogni ed ho iniziato a viaggiare. Ho vissuto 3 mesi a Parigi, 7 mesi a Zurigo, 3 mesi a Londra, 2 mesi a Copenaghen ed 1 mese a New York. In Italia ho vissuto nelle città di Lecce, Napoli, Pescara, Firenze, Torino e Milano Attualmente vivo a Roma ;). In quegli anni ho creato diversi reportage sulle esperienze maturate durante i miei viaggi, ed è proprio negli Stati Uniti nella città di New York metropoli di riferimento nel mondo per la musica che mi sono avvicinato al mondo della consolle suonando come DJ in vari locali della grande mela. Amo la musica dance anni 80, House e Deep House, ma suono anche il genere anni 90 e 00. Oltre ad eventi in discoteca ho sempre amato anche le serate con musica lounge con sonorità ambient e chillout, tipiche delle atmosfere di “Cafe del Mar”.
Ma continuiamo a parlare del grande sogno della mia adolescenza: quello di viaggiare. Ricordo che a 16 anni lavoravo come cameriere in un Pub nella periferia di Napoli ed ogni volta che finivo il mio lavoro (che terminava intorno alle 2 di notte), guardavo il cielo, guardavo la luna, e pensavo che in una qualche città straniera in quello stesso istante qualcun altro stesse facendo la medesima cosa. Desideravo guardare la luna da altri luoghi e non da quella stessa strada che quasi quotidianamente percorrevo. Come scriveva Josef Koudelka, “Quando vivi in un luogo a lungo, diventi cieco perché non osservi più nulla. Io viaggio per non diventare cieco.” Nel momento in cui ti scrivo, ho visitato 37 città non italiane che ti elenco in ordine alfabetico: Abisko; Amsterdam; Atene; Barcellona; Bucarest; Berlino; Bangkok; Budapest; Chiang Mai; Copenaghen; Creta; Dublino; Dubrovnik; Edimburgo; Formentera; Hong Kong; Hvar; Ibiza; Il Cairo; Istanbul; Koh Samui; Kiruna; Lisbona; Londra; Madrid; Malta; Medjugorje; New York; Palma di Maiorca; Parigi; Praga; Rodi; San Pietroburgo; Sharm El Sheik; Sofia; Stoccolma; Tenerife; Vienna; Non ho nessuna intenzione di fermarmi, quindi la lista è ancora lunga ;). Se hai piacere di conoscere curiosità, vedere foto, avere info utili sul come raggiungere il centro città dall’aeroporto e in quale zona alloggiare, ti invito a visitare la sezione TRAVELS di questo blog.

13 settembre 2017-1°Puntata di Una Gabbia di Matti su Radio Fregene

La passione per la musica, l’intrattenimento, ed il mondo social unita al forte desiderio di dare a tutti la possibilità di esprimere il proprio pensiero, mi portano nel luglio del 2017 a creare una trasmissione dal titolo “Una Gabbia di Matti” trasmessa sulla web radio “Radio Fregene”. Perché chiamarla una Gabbia di Matti… Ma semplice. I Matti sono liberi di dire e di fare tutto ciò che vogliono. Vivono nella completa e assoluta libertà sancita anche nel nostro diritto. Non ci credete? Leggete cosa sancisce l’articolo 85 del nostro codice penale: “«Nessuno può essere punito per un fatto preveduto dalla legge come reato, se, al momento in cui lo ha commesso, non era imputabile».” Non è imputabile chi non ha la capacità di intendere e di volere. In poche parole, ai matti è concesso tutto. Visto che avevo ragione? 😉 E da questo principio che è scaturita l’idea di creare una rubrica dove ognuno fosse libero di esprimere la propria idea, influenzato anche dall’ascolto di una delle trasmissioni radiofoniche più seguite e controverse d’Italia: La Zanzara, programma radiofonico di Radio 24 condotto da Giuseppe Cruciani e David Parenzo. Il format al di là delle più rosee aspettative iniziali va molto bene (se ne hai piacere puoi vedere la mia prima puntata  -“quanta emozione Mamma mia”) e dopo pochi mesi, nel settembre del 2017, vengo

Insieme ad Hoara Borselli su RID 96.8

contattato dalla radio romana RID96.8 dove mi propongono di affiancare la showgirl e conduttrice televisiva italiana Hoara Borselli nella rubrica “Voci Urbane”(guardate questo simpatico fuori onda e di come ci divertivamo cliccando qui  ). Anche in questa rubrica continuo con il mio progetto iniziale, il poter essere un baluardo di libertà dove l’ascoltatore ha la possibilità dar voce alle proprie segnalazioni, richieste e di proporre argomenti che più l’hanno toccato. Un’attualità raccontata senza tabù, censure e tagli alle opinioni.

insieme all’amico Carlo Senes nel suo programma State Comodi

Questo format raggiunge un buon consenso da parte del pubblico, e nel gennaio del 2018 il presentatore e giornalista Carlo Senes mi invita nel suo talk show “State Comodi”  trasmesso sulla rete televisiva Canale 10 per parlare di questa rubrica ( qui il link). Da questo incontro nascerà una grande amicizia con Carlo che mi porterà nel novembre di quell’anno ad accettare la proposta di essere l’inviato della sua trasmissione. (ecco il mio primo servizio). A giugno lo speaker radiofonico e showman Antonio Delle Donne mi invita nella sua trasmissione radiofonica “Non è vero ma Ci Credo” in onda su Radio Italia Anni 60 come ospite, e in quell’istante capisco che forse era giunto il momento di dare una sterzata maggiormente ironica al mio percorso (ecco il nostro primo incontro). Dopo quell’incontro, accetto la sua proposta di portare Una Gabbia Di Matti all’interno del suo programma radiofonico. Non ci sono barriere, schemi o censure. Questa assoluta libertà e creatività mi porta a creare rubriche come VOX POPULI (gli ascoltatori sono liberi di inviare un messaggio vocale della durata massima di 30 secondi che sarà ascoltato in diretta senza alcun tipo di taglio o censura.

Insieme ad Antonio Delle Donne su Radio Italia Anni 60

Si passa dalle dichiarazione d’amore per la fidanzata, agli insulti verso il datore di lavoro oppure ad un ti voglio bene spesso non detto ad un proprio caro; qui un esempio), NOIVIPSSS (metto in ridicolo il fenomeno delle persone che si sentono vip attraverso degli scherzi telefonici. Chiamo ristoranti, negozi, palestre facendo delle ordinazioni e al momento del compenso dico che al massimo posso fargli un autografo o una fotografia perché essendo Cesare Deserto un personaggio famoso, come tutti i vip non pago. qui un esempio), X-FILES fenomeni paranormali (faccio ascoltare i messaggi vocali che si inviano i napoletani su WhatsApp. qui un esempio).

Visto il successo della trasmissione, a novembre la presentatrice Paola Delli Colli mi invita

ospite del programma Festival Italia in Musica condotto da Paola Delli Colli

nella sua trasmissione Festival Italia in Musica dandomi la possibilità di parlare dei miei due grandi amori: la radio e del mio essere DJ. Questo programma trasmesso sui canali Odeon e Gold TV al suo interno accoglie tantissimi ospiti e da la possibilità di ascoltare la vera Musica, quella con la M maiuscola, che ci ha fatto emozionare e che ancora oggi fa battere i nostri cuori. qui il link)


Eccoci arrivati al 2019.

Sono CEO di questo Blog creato in collaborazione con la Federation of Italian American;
Proseguo con il mio amore per la musica esibendomi in vari locali come DJ;
Continuo la mia collaborazione con Canale 10 come Reporter del programma “State Comodi” in onda tutti i venerdì alle ore 21:00 e in replica la domenica alle ore 12:00 su Canale 10 TV, Digitale terrestre 19, o in diretta streaming collegandovi al sito;
Scrivo articoli per il periodico mensile Litorale Romano DUILIO distribuito su carta stampata ma consultabile anche online;
Da aprile 2019 sono inviato e speaker della radio americana ICN New York, la radio italiana più ascoltata in America, dove ho portato la mia trasmissione “Una Gabbia di Matti” oltreoceano tutti i mercoledì alle ore 15:00;
A giugno ho debuttato al Teatro Ciak di Roma come Coprotagonista nella commedia ‘LUI, LEI o ME STESSO?!’, voluta ed interpretata dal ballerino delle Dive Simone Ripa con testo e regia a cura dell’attrice Monica Guazzini che ha registrato il sold-out. Visto il successo di questo spettacolo dal carattere comico ma anche dal profondo significato sociale, è stata organizzata una tournée che toccherà le regioni della Calabria, Sicilia, Puglia, Toscana, Marche e Abruzzo. Per leggere l’articolo cliccate qui;
Continuo a viaggiare, creare reportage e soprattutto continuo a VIVERE…