The Wall

 

“I disapprove of what you say, but I will defend to the death your right to say it”.

In lingua italiana potremmo tradurre questa frase con: “Non sono d’accordo con quello che dici, ma darei la vita perché tu possa dirlo”.

Questa frase, attribuita erroneamente a Voltaire, in realtà è stata composta da una scrittrice britannica chiamata Evelyn Beatrice Hall. Una Frase meravigliosa che racchiude in poche parole una delle anime che compongono l’essenza stessa dell’Uomo e dell’intera Umanità divenendo il simbolo di libertà e di tolleranza a cui tutti noi dobbiamo appellarci. La parola è per sé stessa civiltà. La parola, anche la piú contraddittoria, mantiene il contatto. È il silenzio che isola. La libertà viene scolpita a colpi di martello sull’incudine della discussione, del dissenso e del dibattito. La libertà come spesso ripeto è uno dei cardini della nostra Costituzione. Rileggiamo insieme i versi di questa poesia racchiusi nella prima parte dell’articolo 21: TUTTI (non vi è alcuna distinzione di sesso, di razza, di cultura, di estrazione sociale. Questo articolo è rivolto a TUTTI) hanno il DIRITTO di manifestare LIBERAMENTE il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. Questa si che è poesia!!! In questa pagina chiamata THE WALL (il muro) sarete liberi di esprimere liberamente il vostro pensiero su qualsiasi tipo di argomento. Non vi sarà alcun tipo di censura o di taglio. Logicamente ognuno si assumerà la responsabilità di ciò che dice. Se c’è qualcosa che ti ha fatto indignare o che ti ha fatto sorridere, se c’è una persona che vuoi ringraziare oppure insultare, ti basterà semplicemente scrivermi qui e quanto prima pubblicherò il tuo scritto nella categoria VOX POPULI. Ricordati che puoi farlo sia firmandoti che in maniera completamente anonima. In ItalianMadHouse il protagonista sei tu!!!