Tutte le tappe del mio cammino (con video)

Il Cammino ha cambiato la mia vita e la percezione della sua stessa essenza. In data 22 luglio 2021 alle ore 12:33 pubblicavo su tutti i miei social questo post:

“ATTENZIONE! Causa realizzazione SOGNO sto partendo per il Cammino di Santiago: da solo e senza telefono. 900 km a piedi da Saint Jean Pied de Port fino a Finisterre. Pertanto non sarò presente né tantomeno raggiungibile sui social. Sono preparato ad una simile esperienza? Assolutamente no. Ho mai camminato tanti chilometri in un solo giorno o per tanti giorni? Mai! Sono una persona che si tiene in forma andando in palestra o facendo continuo movimento? Nemmeno. Sapete una persona che amo profondamente cosa mi disse un giorno?

Guarda gli uccelli del cielo: non seminano, non mietono, non raccolgono in granai, e tuo Padre li nutre. Non vali tu molto più di loro? Non essere in ansia, dicendo: “Che mangerò? Che berrò? Dove dormirò? Riuscirò a camminare tutti quei giorni? Perché sono i pagani che ricercano tutte queste cose; ma il Padre tuo sa che hai bisogno di tutte queste cose. Cerca prima il regno e la giustizia di Dio, e tutte queste cose ti saranno date in più. Non essere dunque in ansia per il domani, perché il domani si preoccuperà di sé stesso. Basta a ciascun giorno il suo affanno”.

Distinti saluti e ci vediamo a settembre… forse. #staytuned.

Di lì a poco sarei partito su un aereo che da Roma mi avrebbe condotto a Lourdes e successivamente da Lourdes a Saint Jean Pied de Port, un piccolo paesino situato sui Pirenei francesi e punto di partenza del cammino francese. Trentasei giorni. Trentasei giorni è durato il mio viaggio. Trentasei giorni in cui ho percorso la “bellezza” di oltre 900 km a piedi dai Pirenei all’oceano atlantico, da solo e senza telefono, dormendo oltre che nei vari ostelli anche in strada, in una stalla, in tenda, in un monastero abbandonato e vivendo due giorni presso una comunità hippie.

Ho pianto, ho sofferto, sono stato in ospedale, ho messo a rischio la mia vita, ho sorriso, ho gioito, ho gridato e mi sono finalmente sentito nel posto giusto di questo mondo. Ho raccontato tutte queste esperienze ed emozioni all’interno di un libro. Per approfondire l’argomento, per saperne di più e se anche tu hai deciso di percorrere il Cammino di Santiago o sogni di volerlo fare prima o poi, ti consiglio di acquistarlo e potrai scoprirai perché ogni anno, 300.000 persone provenienti da tutto il mondo, decidono di affrontare il Cammino più famoso al mondo. Se anche tu come me, hai sempre sognato di mollare tutto, consapevole che la vita che conduci non è quella che sognavi da ragazzo, la mia esperienza forse, potrebbe darti quel coraggio che per 36 anni a me è mancato…

Leggendo la mia esperienza scoprirai in maniera dettagliata e soprattutto provata sul “campo”:

  • la Storia del cammino (cenni storici, simboli e leggende) e luoghi simbolo;
  • l’abbigliamento e scarpe adatte, quale zaino comprare e soprattutto cosa metterci dentro;
  • durata e distanza del cammino, quanti giorni occorrono per completarlo e da dove partire in base ai giorni a disposizione;
  • come allenarsi prima di partire e la preparazione fisica necessaria;
  • quanto costa percorrere il cammino, dove mangiare e dormire lungo il Cammino;
  • se percorrere il cammino da soli per una donna può essere pericoloso e se ci sono possibilità di perdersi;
  • la risposta a tante domande e preoccupazioni (che poi erano anche le mie) poste da tantissimi aspiranti pellegrini e la possibilità di contattarmi per dissipare ogni tuo dubbio/esitazione;
  • infine, ti racconterò il motivo per cui un giornalista e conduttore radiofonico, ha mollato tutta la sua vita fatta di agi e materialità, per percorrere più di 900 km a piedi dai Pirenei all’oceano atlantico, da solo e senza telefono, dormendo oltre che nei vari ostelli anche in strada, in una stalla, in tenda, in un monastero abbandonato e vivendo due giorni presso una comunità hippie.

…. “Ho abbandonato il mio lavoro, venduto la macchina, la moto, vestiti, il mio rolex e la maggior parte delle cose materiali che possedevo per seguire quella sensazione quasi assillante, asfissiante, imperterrita che una volta conosciuta non ti fa trovare pace: SANTIAGO, il cammino di Santiago. La mia vita aveva bisogno di risposte che solo un viaggio in completa solitudine poteva darmi” ….

Di seguito, vi elenco tutte le tappe affrontate in questa spettacolare esperienza dove per ognuna, una volta cliccato, ci sarà un mio video. Ogni video è disponibile con i sottotitoli delle maggiori lingue parlate al mondo, inglese, spagnolo, francese, tedesco, italiano, cinese, olandese, russo, portoghese, urdu. Basta semplicemente cliccare nella sezione sottotitoli e scegliere la propria lingua. Abbiate cura di queste immagini e di queste mie parole, non immaginate quanto mi siano costate…

1° Tappa (San Jean Pied de Port – Orisson 10,4 km);

2° Tappa (Orisson – Roncisvalle 17,9 km);

3° Tappa (Roncisvalle – Linzoain (Egui) 17,7 km);

4° Tappa (Linzoain – Pamplona 25,5 km);

5° Tappa (Pamplona – Puente la Reina 24,3 km);

6° Tappa (Puente la Reina – Estella 21,3 km);

7° Tappa (Estella – Los Arcos 21,5 km);

8° Tappa (Los Arcos – Logrono 28,0 km);

9° Tappa (Logrono – Najera 29,1 km);

10° Tappa (Najera – Santo Domingo de la Calzada 21,3 km);

11° Tappa (Santo Domingo de la Calzada – Tosantos 28,4 km);

12° Tappa (Tosantos – Atapuerca 26,8 km);

13° Tappa (Atapuerca – Burgos – Tardajos 30,3 km);

14° Tappa (Tardajos – Conv. San Anton 27,3 km);

15° Tappa (Conv. San Anton – Fromista 30,5 km);

16° Tappa (Fromista – Carrion de los Condes 19,1 km);

17° Tappa (Carrion de lo Condes – Moratinos 29,4 km);

18° Tappa (Moratinos – El Burgo Ranero 28,5 km);

19° Tappa (El Burgo Ranero – Leon 37,6 km);

20° Tappa (Leon – Astorga 46 km);

21° Tappa (Astorga – Rabanal del Camino 20,3 km);

22° Tappa (Rabanal del Camino-Foncebadon- Comunità hippie Matavenero 14,1 km);

23° giorno (Comunità hippie Matavenero);

23° Tappa (Matavenero-Foncebadon-El Acebo de San Miguel 20,8 km);

24° Tappa (El Acebo de San Miguel-Ponferrada – Camponaraya 26,7 km);

25° Tappa (Camponaraya-Villafranca del Bierzo-La Portela de Valcarce 28,6 km);

26° Tappa (La Portela de Valcarce-O Cebreiro-Fonfria 27,6 km);

27° Tappa (Fonfria-Triacastela-Sarria 35 km);

28° Tappa (Sarria/Ibiza-Barbadelo-Portomarìn-Gonzar 30,3 km);

29° Tappa (Gonzar – Melide 34 km);

30° Tappa (Melide – Pedrouzo 33,2 km);

31° Tappa (Pedrouzo – Santiago de Compostela 19,7 km);

32° Tappa (Santiago de Compostela – Negreira 21,0 km);

33° Tappa (Negreira – Olveiroa- O Logoso 40,1 km);

34° Tappa (O Logoso – Muxia 26 km);

35° Tappa (Muxia-Finisterre-Faro de Finisterre 33,6 km).

TOTALE CHILOMETRI PERCORSI A PIEDI: 931.9

Di seguito il trailer di questa magnifica esperienza