Sanremo 2023, il festival degli esclusi: ecco tutti i Big che non ce l’hanno fatta

La lunga lista dei Big che non ce l’hanno fatta: dai soliti “Jalisse” alle bocciature eccellenti di Clementino, Annalisa e Antonino, Daniele Silvestri, Paola Turci, Ditonellapiaga, Drusilla Foer e tanti altri.

L’annuncio dei 22 Big del Festival di Sanremo, a cui andranno aggiunti i 6 artisti di Sanremo Giovani, ha ufficialmente fatto partire la Sanremo-mania. Amadeus, nella mattinata del 5 dicembre e in occasione della prima puntata del nuovo show di Fiorello “Viva Rai2!”, ha anche fatto un altro annuncio molto importante, quello di Francesca Fagnani come co-conduttrice.
La lunga lista degli esclusi
Per 22 Big che ce l’hanno fatta, ce ne sono tanti altri che purtroppo non vedremo in gara perché esclusi. Tra questi, una cantante che si è esibita ed è stata annunciata proprio da Amadeus nella puntata d’esordio di Viva Rai2: Annalisa. La cantante ex Amici è rimasta fuori dalle proposte dei Big, così come gli altri ex Amici The Kolors, Sangiovanni e i più recenti Sissi, Alex e Luigi Strangis. Non ce l’ha fatta, a dispetto dei favori dei pronostici, nemmeno Antonino, recente vincitore di Tale e Quale Show. Il cantante si era proposto con un brano scritto da Cristiano Malgioglio. Fuori anche Michele Bravi e Francesca Michelin, Coez e Sergio Sylvestre (rinominato Big Boy) che si è presentato con Alessandro Casillo (rinominato Arco). È ormai un rituale anche il rifiuto ai Jalisse, vincitori del Festival di Sanremo 1997 con “Fiumi di parole”. Su Instagram, il commento della coppia: “26 volte no. Ma non ci fermiamo”, annunciando quindi la volontà di riproporre un brano per la prossima edizione. Fuori anche possibili outsider come Alan Sorrenti, Myss Keta e Il Pagante (in coppia), Auroro Borealo in coppia con Elio, Jack Savoretti. Niente Sanremo per Bugo e per gli Eugenio in via di Gioia. Francesco Gabbani, invece, si sarebbe ritirato all’ultimo momento. Rifiutate le canzoni di Matteo Romano e di Malika Ayane, così come quella di Ditonellapiaga, che senza Rettore avrebbe perso l’effetto novità. Ci ha provato anche Paola Turci, ma la sua canzone non è stata accettata, così come Drusilla Foer, che avrebbe presentato due brani. Niente Festival anche per Maria Antonietta, reginetta dell’indie, per Matteo Bocelli, figlio di Andrea, e per Chadia Rodriguez. Nemmeno Shade, vendutissimo tra i più giovani, ce l’ha fatta. Tra le band effetto revival rifiutate gli Eiffel 65 e i Nomadi. Niente Sanremo anche per i Fast Animal and Slow Kids. Stop anche per Andrea Sannino, autore della sigla di Domenica In con Franco Ricciardi. Le bocciature di Sabrina Salerno, Mietta, Ricchi e Poveri e Raf suonano come una porta chiusa agli anni ’80. Bocciate anche Syria, che non va a Sanremo dal 2003, Marcella Bella e Fausto Leali. Tra i grandi esclusi, anche Daniele Silvestri.

Related Articles

Il mio libro

Latest Articles