Il Ponte di Brooklyn Alla scoperta del primo ponte ad essere costruito in acciaio che ha rappresentato per lungo tempo il ponte sospeso più grande al mondo.

0

Tutti voi miei cari amici siete a conoscenza del rapporto lavorativo ma anche del mio grande amore e passione nei confronti dell’America. Ogni anno mi reco negli States per presentare degli eventi e per recarmi nella sede di Radio ICN New York di cui sono inviato su Roma. Tanti di voi sono affascinati e amano la città di New York ma purtroppo non tutti hanno la possibilità di poterla visitare ed è per questo che in uno dei miei tanti viaggi ho deciso di creare un reportage sulle tantissime attrazioni da poter ammirare. Non solo, ho anche pensato fosse utile darvi alcuni consigli nel caso decidiate di coronare il vostro sogno e di visitare la grande mela come ad esempio: quali documenti occorrono, dove conviene alloggiare, come raggiungere il centro della città dall’aeroporto e tanto altro. All’epoca lavoravo per Radio Fregene e feci due puntate sul mio viaggio negli U.S.A. Nella prima puntata affrontai il tema su quali documenti occorressero per andare in America, e feci un reportage sulle seguenti attrazioni: 1) Ponte di Brooklyn; 2) Wall Street; 3) Chinatown&Little Italy; 4) Skyline New York; 5) Palazzo delle M&M’s; 6) One World Trade Center; 7) Times Square; Per vedere la puntata completa cliccate qui. Nella seconda puntata invece, mi divertii proponendo delle interviste pazze, luoghi dove mangiare, e feci un reportage sulle seguenti attrazioni: 1) Flatiron Building; 2) Empire State Building; 3) Cattedrale di San Patrizio; 4) Quanto costa un hot-dog a NY; 5) Il vero ristorante Luigi’s a New York; 6) Rockefeller Center; 7) Central Park&John Lennon; 8) Il successo non mi ha cambiato; 9) Festeggiamenti per il Columbus Day; 10) Statua della Libertà ed Ellis Island; 11) dove vi erano le Torri Gemelle 11 settembre 2001 per non dimenticare. Per vedere la puntata completa cliccate qui. Il tempo purtroppo ahimè, è tiranno e capisco che non tutti possano avere la possibilità di vedere quasi un’ora di trasmissione ragion per cui, ho deciso di dividere in singoli video le varie attrazioni del mio reportage. Per vedere le singole attrazioni basta recarvi su YouTube e scrivere Nome Attrazione-Italianmadhouse. Esempio: Ponte di Brooklin-ItalianMadHouse oppure cliccate sul nome delle singole attrazioni alla fine dell’articolo. Iniziamo questo viaggio proprio dal ponte di Brooklyn, (in inglese Brooklyn Bridge), completato nel 1883 su progetto dell’ingegnere tedesco John Augustus Roebling. Si tratta del primo ponte ad essere costruito in acciaio ed ha rappresentato per lungo tempo il ponte sospeso più grande al mondo. Attraversando il fiume East River, collega tra di loro l’isola di Manhattan e il quartiere di Brooklyn a New York. La costruzione del ponte iniziò nel 1869 durante la presidenza di Ulysses S. Grant, costò 15,5 milioni di dollari dell’epoca e richiese la manodopera di 600 operai, 27 dei quali persero la vita durante i lavori, tra cui anche progettisti, la maggior parte per embolia gassosa dopo aver effettuato immersioni nelle camere di scavo sottomarine. Anche l’ingegner Roebling rimase vittima nel 1869 di un incidente durante l’attracco di un traghetto. Il suo posto venne preso dal figlio, Washington Roebling, che rimase a sua volta ferito e paralizzato parzialmente a causa di un’embolia gassosa. Venne aiutato nel completamento dell’opera dalla moglie, Emily Warren Roebling, che operò sotto la sua supervisione. Il ponte venne definitivamente aperto al transito il 24 maggio 1883. Il ponte è costituito da 4 cavi d’acciaio assicurati ad ancoraggi fissati ad apposite piastre (una per ogni cavo) contenute all’interno di calotte di granito alte fino a 3 metri e poste agli estremi del ponte stesso. Ogni cavo è composto da 5657 m di filo d’acciaio galvanizzato con zinco al fine di renderlo resistente al vento e alla pioggia. Due piloni, posti a circa 300 metri dalle calotte, poggiano su cassoni grandi come 4 campi da tennis, e vengono utilizzati come punti di ancoraggio per i cavi grazie a piastre a sella poste sulle loro sommità. La base del ponte invece è costituita da travi di acciaio del peso di 4 tonnellate ciascuna assicurate a tiranti verticali (assicurati a loro volta a tiranti diagonali) il cui scopo è mantenerle in posizione. Il ponte una volta completato si presentava con una struttura a 5 corsie. In passato le due corsie esterne venivano impiegate per il transito di carrozze, le due corsie intermedie per il transito delle cabine della teleferica e la corsia centrale per quello dei pedoni. Le corsie esterne e intermedie (diventate 6 in totale, 3 destinate al traffico in direzione Brooklyn e 3 destinate a quello in direzione Manhattan) sono destinate ai mezzi a motore e quelle centrali sono per metà pista pedonale e per metà pista ciclabile. Vi lascio alla visione del video, e vi ricordo che se avete domande o curiosità, basta semplicemente scrivere un commento e vi risponderò quanto prima. Se il video vi è piaciuto condividetelo con i vostri amici e mi raccomando, iscrivetevi al canale.

Di questa bellissima esperienza ho realizzato altri reportage. Per vederli, basta semplicemente cliccare sulla singola attrazione:

Wall Street;

Chinatown&Little Italy;

Skyline New York;

Palazzo delle M&M’s;

One World Trade Center;

Times Square;

Flatiron Building;

Empire State Building;

Cattedrale di San Patrizio;

Quanto costa un hot-dog a NY;

Il vero ristorante Luigi’s a New York;

Rockefeller Center;

Central Park&John Lennon;

Il successo non mi ha cambiato;

Festeggiamenti per il Columbus Day;

Statua della Libertà ed Ellis Island;

Dove vi erano le Torri Gemelle 11 settembre 2001;

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here