11 settembre 2001-Quando il mondo cambiò per sempre Sono trascorsi 21 anni dal «9/11», l’attentato che ha sconvolto gli Usa e il mondo.

New York – Non sono ancora le 9 in una mattina di fine estate, a New York. Un aereo di linea sorvola Manhattan a bassissima quota, attirando gli sguardi dei passanti. In qualche secondo, la curiosità si trasforma in orrore: il velivolo si schianta sulla torre nord delle Twins Towers, i grattacieli gemelli che svettano a oltre 400 metri nello skyline dell’isola newyorchese. È questione di neppure 20 minuti e ne arriva un altro a colpire la torre sud, prima che entrambe collassino e avvolgano la zona in una nuvola di fumo che ricorda quella di un’esplosione. È l’11 settembre 2001 e gli Stati Uniti stanno vivendo il primo attacco sul loro suolo dai tempi di Pearl Harbor.

Cosa è successo l’11 settembre?

La mattina di martedì 11 settembre 2001 diciannove affiliati all’organizzazione terroristica di al-Qāʿida dirottarono quattro voli civili causando la morte di 2996 persone e il ferimento di oltre 6000.  Parliamo del più grave attentato terroristico dell’età contemporanea. Nell’arco di poche ore, quattro voli commerciali diretti in California dall’Est del paese vengono sequestrati e dirottati per colpire altrettanti bersagli in due metropoli: la torre nord e sud del complesso di edifici World Trade Center, le cosiddette Torri gemelle, a New York; il Pentagono e Capitol Hill, la sede del Congresso Usa, a Washington. L’ultimo bersaglio sarà l’unico a essere mancato. Il primo aereo, un Boeing 767 dell’American Airlines, viene dirottato con 76 passeggeri a bordo su Lower Manhattan e plana verso il World Trade center, il complesso di edifici che ospitava le Twin Towers. Centra la facciata della torre nord alle 8:46, le 14:46 in Italia. Iniziano le evacuazioni e i soccorsi ma nell’arco di 17 minuti un secondo Boeing 767, operato dalla United Airlines, si schianta sulla torre sud con 51 passeggeri a bordo. Nell’arco di meno di due ore crolleranno entrambe, uccidendo chi era rimasto incastrato nei piani più alti degli edifici, i soccorritori all’opera negli edifici e anche persone che si trovavano nei pressi degli edifici. Alle 9:37, poco dopo lo schianto del secondo aereo sulla torre Sud, un Boeing 757 di American Airlines precipita sulla facciata ovest del Pentagono, la sede dell’esercito Usa. Pochi minuti dopo un altro Boeing avrebbe dovuto abbattersi sul Campidoglio, la sede del Congresso americano, ma alcuni dei 33 passeggeri sono insorti e hanno cercato di manomettere il piano dei terroristi. Precipita a sua volta alle 10:03 in Pennsylvania, a 200 chilometri in linea d’aria dall’obiettivo che avrebbe dovuto distruggere.

Ricostruzione

La ricostruzione del World Trade Center non è stata semplice, a seguito di controversie sorte riguardo ai possibili progetti e sui tempi e i costi necessari al loro completamento. Al termine di un complesso iter, nel 2011 fu completata la prima parte del National September 11 Memorial & Museum, consistente in due fontane che ricalcano le fondamenta delle due torri, e nel 2014 fu aperto al pubblico un museo sugli attentati. Poco distante, è stato costruito un nuovo grande grattacielo, il One World Trade Center, alto 541 metri e terminato nel 2013. Il nostro direttore Cesare Deserto si è recato proprio in quei luoghi dove una volta sorgevano “le torri gemelle” ripercorrendo quei drammatici momenti. Di seguito il reportage disponibile con i sottotitoli in inglese, spagnolo e francese.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here