Ostia, nasce la pink room per le pazienti oncologiche del Grassi Grazie ad Asl Roma 3 e Rotary Club nasce un valido aiuto per le donne malate di carcinoma alla mammella per tornare ad essere protagoniste della loro vita.

0

Ostia – Una sala rosa, una pink room, dove le donne malate di carcinoma alla mammella riceveranno un valido aiuto per tornare protagoniste della loro vita e recuperare sicurezze perdute. E’ questo il senso della “Pink Room” inaugurata il 23 gennaio presso l’Oncologia Day Hospital dell’ospedale G.B. Grassi di Ostia. Sono centinaia ogni anno le donne che si rivolgono al Day Hospital oncologico perché affette dal carcinoma mammario, il tumore invasivo più comune nelle donne in tutte le fasce d’età. Questo progetto è nato dalla collaborazione e sinergia tra Asl Roma 3 e Rotary Club Ostia. Il Rotary Club Ostia sin dalla sua costituzione (2009) ha operato con progetti a sostegno del territorio di appartenenza e dei suoi residenti, nel Municipio X di Roma Capitale: da Ostia Litorale, Ostia Antica proseguendo a Dragona, Acilia, Axa, Casalpalocco e Infernetto, operando come Rotary Club “territoriale”. Questo progetto dal titolo “CONTINUARE A VIVERE DA PROTAGONISTE – Laboratorio di Counselling secondo il metodo Multisetting” nasce dalla volontà e dalla sensibilità del Presidente del Rotary Club Ostia, Daria Proietti (primo Presidente donna dalla costituzione del Club) su un’idea del Socio Ginecologo Fulvio Leoni (con la collaborazione di Maria Elena Castaldo) che in prima persona coordinerà un equipe di volontari in stretta collaborazione con il Primario D.H. Oncologico G.B. Grassi Dott.ssa Monica Moreschi. Il Progetto che coinvolgerà 14 pazienti per ciclo, è strutturato su un aspetto di sostegno emotivo e presa di coscienza delle pazienti mirato a riconquistare il proprio corpo e la propria estetica attraverso corsi di maquillage e di acconciatura, momenti di rilassamento fisico e mentale per continuare a Vivere da Protagoniste. “Il Rotary Club Ostia – dichiara Il Presidente Daria Proietti – partecipa con entusiasmo alla realizzazione del progetto Pink Room e del collegato Laboratorio di counselling. Un progetto pensato e rivolto alle donne, nato da un lato dall’apertura e disponibilità della Direzione Generale della ASL Roma 3 e del Primario del DH Oncologico dell’Ospedale G.B. Grassi e, dall’altro, dalla sensibilità dei nostri soci che con il proprio contributo opereranno mettendo a disposizione gratuitamente la propria professionalità per il migliore sviluppo del progetto”.

“L’iniziativa di oggi – sottolinea il Direttore Generale della Asl Roma 3, Vitaliano De Salazar – rappresenta un’idea di sanità innovativa. Si tratta, infatti, di una preziosa condivisione con la cittadinanza di un percorso integrato di cure, accoglienza e vicinanza, supporto psicologico e partecipazione attiva delle donne che sono le vere protagoniste di questa giornata”. Il Rotary Club Ostia anticipa inoltre che, in occasione di una successiva conviviale che coinvolgerà anche altri Club del Distretto 2080, saranno donati gli “aghi” al Pronto Soccorso dell’Ospedale G.B. Grassi nella persona del Primario Dott. Giulio Ricciuto, amico del Rotary Club Ostia e personalità di importante rilievo professionale e morale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here