Tiziano Terzani e le sue sempre toccanti lezioni di vita Uno dei personaggi più amati in Italia tra i viaggiatori, i sognatori e quelli che lui stesso definiva “ribelli spirituali oggi ancor di più ci invita a riflettere. Scopriamo insieme alcuni suoi insegnamenti

0

Oggi voglio parlarvi di Tiziano Terzani, uno dei personaggi (ma soprattutto delle persone) più amate in Italia tra i viaggiatori, i sognatori e quelli che lui stesso definiva “ribelli spirituali”. Ho da poco finito di leggere uno dei suoi libri: La fine è il mio inizio, una lettura che offre davvero tanti spunti di riflessione. Non è un caso che siano sempre di più coloro che si identificano nelle sue parole provando la meravigliosa sensazione di non essere poi così strani e sbagliati come credevano. Tutto questo non è un caso perché più il mondo continua nella sua deriva di consumismo, omologazione, materialismo e profondo distacco dalla spiritualità, più ci saranno persone che cercheranno punti di riferimenti alternativi. Uomini e donne coraggiosi e ribelli per il semplice fatto di non voler accettare passivamente le imposizioni di una società alimentata dallo schema “lavora-consuma-muori“, ma spinti dal desiderio di continuare ad esplorare il mondo, le persone e se stessi. Per chi non lo conoscesse, Tiziano Terzani è un uomo che nella sua vita ha spesso rifiutato la possibilità di andare in alto per concentrarsi invece su tutto ciò che va oltre gli orizzonti che vediamo sempre e ormai conosciamo bene. Si prenda in considerazione, ad esempio, la sua scelta di chiudere la sua carriera di giornalista in India, considerata una tappa per giovani reporter costretti a farsi le ossa. Ma in India, per l’appunto, si ha la possibilità di puntare “oltre” e un uomo come Terzani, a quel punto della sua vita, si era già liberato dalle odiose etichette che invece governano la maggior parte delle situazioni. Gli insegnamenti che si possono trarre da Tiziano Terzani sono numerosi ed estremamente preziosi. Questi sono quelli che, personalmente, mi hanno trasmesso di più.
1. L’importanza del Tempo
“Ormai nessuno ha più tempo per nulla. Neppure di meravigliarsi, inorridirsi, commuoversi, innamorarsi, stare con se stessi. Le scuse per non fermarci a chiedere se questo correre ci rende felici sono migliaia, e se non ci sono, siamo bravissimi a inventarle”. “Tu vendi il tuo tempo, le tue giornate, per cui lo stipendio che ti danno è una sorta di ricompensa perché ti hanno rubato qualcosa”.
Ho scritto più volte che il tempo è il bene più prezioso che abbiamo, molto più prezioso del denaro. Perché i soldi vanno e vengono, mentre il tempo non possiamo aumentarlo, rubarlo o comprarlo. Con questa frase, Terzani svela la grande trappola dei tempi in cui viviamo: corriamo, corriamo e corriamo senza andare da nessuna parte, intanto il tempo scorre inesorabile e noi non ci fermiamo mai per provare anche solo a godercelo un po’.
2. Il fondamentale rapporto con la Natura
“Questo è un altro aspetto rasserenante della natura: la sua immensa bellezza è lì per tutti. Nessuno può pensare di portarsi a casa un’alba o un tramonto”. “Solo se riusciremo a vedere l’universo come un tutt’uno in cui ogni parte riflette la totalità e in cui la grande bellezza sta nella sua diversità, cominceremo a capire chi siamo e dove stiamo”.
Due delle riflessioni che più amo di Terzani. Queste poche parole contengono una verità eterna e meravigliosa: quando ti senti agitato nell’animo, ricordati che potrai sempre trovare un po’ di pace nella Natura. La Natura non è di nessuno, e per questo è di tutti. Ha un potere terapeutico su di noi, perché ci ricorda che facciamo parte di un Tutto ben più grande del nostro piccolo quadrato di vita.
3. Tu sei tu, una storia unica
“Vivete una vita in cui potete riconoscervi!”. Ognuno deve cercare a modo suo, ognuno deve fare il proprio cammino, perché uno stesso posto può significare cose diverse a seconda di chi lo visita.”
Un grande insegnamento di Terzani, che torna più volte nei suoi libri. Ognuno di noi è un essere umano unico e ogni storia è inimitabile. Scegliere passivamente di rientrare in certi schemi, adottare un certo stile di vita solo perché lo fanno tutti, ti porterà lontano dalla tua realizzazione personale. Sii tu a scegliere che forma dare alla tua vita.
4. Essere ribelli spirituali
“Così è diventato il nostro mondo: la pubblicità ha preso il posto della letteratura, gli slogan ci colpiscono ormai più della poesia e dei suoi versi. L’unico modo di resistere è ostinarsi a pensare con la propria testa e soprattutto a sentire col proprio cuore.”
Quando si parla di gesti di ribellione, si pensa subito a qualcosa di grande, impegnativo, dispendioso. Eppure, il più grande gesto di ribellione che tu possa fare nell’epoca dell’omologazione e della superficialità è riuscire a pensare con la tua testa. Così diventi un “ribelle spirituale”, come diceva proprio Terzani, una persona libera. È quello che ho fatto anche io nel mio piccolo. Ho disattivato il mio profilo Facebook, Instagram e Whatsapp. Non guardo più la televisione e cerco di dedicare la maggior parte del mio tempo a ciò che amo. Il nostro più grande successo deve essere quello di dedicare la maggior parte del nostro tempo a noi stessi, eliminando il superfluo e tutte le cose che ci spingono a non pensare. L’obiettivo primario non deve essere la carriera ed acquisire sempre più cose materiali ma avere tempo per se e per gli altri.
5. Vivi il mondo, scoprilo sulla tua pelle
“La vera conoscenza non viene dai libri, neppure da quelli sacri, ma dall’esperienza. Il miglior modo per capire la realtà è attraverso i sentimenti, l’intuizione, non attraverso l’intelletto. L’intelletto è limitato.”
Quanti libri avrà letto nella sua vita Tiziano Terzani? Migliaia, probabilmente. Eppure lui stesso era convinto che niente sia paragonabile all’esperienza. Leggere è una delle cose migliori che tu possa fare ma non fermarti lì! Non limitarti a fare tua la visione di un autore, chiunque esso sia. Parti, blocca il flusso dei pensieri immergendoti completamente nel momento presente. Viaggiare, in fondo, è proprio questo: camminare per le strade del mondo annusandone i profumi, osservandone i colori, percependone l’atmosfera e udendone i suoni. Questa esperienza di pura consapevolezza ti fa sentire pieno di vita e non è in alcun modo imitabile da ciò che può produrre la tua mente.
6. Quel cambiamento sempre possibile
“La vera medicina per tutti i mali consiste nel cambiare vita, cambiare noi stessi e con questa rivoluzione interiore dare il proprio contributo alla speranza in un mondo migliore.” “Io questa vita me la sono inventata, mica cento anni fa, ieri l’altro. Ognuno lo può fare, ci vuole solo coraggio, determinazione, e un senso di sé che non sia quello piccino della carriera e dei soldi; che sia il senso che sei parte di questa cosa meravigliosa che è tutta quì attorno a noi. Vorrei che il mio messaggio fosse un inno alla diversità, alla possibilità di essere quello che vuoi. È fattibile, fattibile per tutti”.
La lezione forse più importante che Terzani ha dato e continua a dare a migliaia di persone. Forse più di una lezione, un vero e proprio aiuto, perché la storia di un uomo del genere, capace di fare del viaggio uno stile di vita e della sua sete di conoscenza un mestiere, è la dimostrazione che tutto è possibile e che cambiare è sempre possibile. Terzani ci insegna che non bisogna provenire da una famiglia benestante per avere una vita straordinaria e non bisogna seguire ciecamente le aspettative altrui per uscire dalla trappola dell’infelicità. Non era felice quando aveva ottenuto un invidiabile lavoro presso l’Olivetti, né quando era in uno dei paesi più affascinanti agli occhi di un occidentale, il Giappone. Così, ha deciso di cambiare. Non devi avere altro che il coraggio per cambiare, perché come ho scritto più volte cambiare è la linea che separa la vita dalla sopravvivenza. E non riguarda solo te, non è un processo egoistico ma universale. Solo a quel punto ti senti davvero parte del Tutto, perché la tua piccola rivoluzione si è estesa al mondo intero. Personalmente, credo che questa sia la massima forma di realizzazione personale. E se ho sviluppato questa fede nella possibilità di cambiare ed essere felice, lo devo anche a Tiziano Terzani.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here